LOGIN

PASSWORD SUCCESFULLY RESET

LOGIN

Skip to content
Assistenza primaria

Assistenza primaria per i consumatori di sostanze per via iniettiva

di Dr. Adam J. Visconti, Dr. Jarrett Sell, Dr. Aaron David Greenblatt • Novembre 2020
Oltre 750.000 persone negli Stati Uniti fanno uso di oppioidi, metanfetamina, cocaina o ketamina per via iniettiva e questo numero è in costante aumento a causa dell’attuale epidemia di oppiacei. Le persone che fanno uso di droghe per via iniettiva/endovenosa (Persons Who Inject Drugs, PWID) hanno un rischio elevato di sviluppare patologie infettive e non infettive di natura polmonare, cutanea, cardiaca, neurologica ed altre cause di morbilità e mortalità. È importante che la raccolta anamnestica circa l’abuso di sostanze avvenga senza sottintendere giudizi da parte del personale sanitario. Dall’anamnesi si può accertare la disponibilità, da parte del paziente, ad avviare un percorso di disintossicazione e si possono inoltre identificare i fattori di rischio modificabili al fine di evitare l’insorgenza di complicanze associate al consumo per via endovenosa. Tutti i PWID devono essere sottoposti a screening per l’infezione da virus dell’immunodeficienza umana, per la tubercolosi latente e per epatite B e C. I PWID devono inoltre sottoporsi alla vaccinazione per l’epatite A e B, il tetano e, nei pazienti in cui è indicato, anche per lo pneumococco. Ai PWID deve essere inoltre offerta la profilassi pre-esposizione per l’infezione da virus dell’immunodeficienza umana. Il naloxone deve essere prescritto ai soggetti che presentano un elevato rischio di sviluppare overdose da oppiacei. Le infezioni della pelle e dei tessuti molli rappresentano la complicanza medica più comune nei PWID, oltre ad essere la causa principale di ospedalizzazione in questa popolazione. I PWID che sviluppano segni di infezione sistemica necessitano il ricovero ospedaliero e l’esecuzione di emocolture, oltre ad anamnesi ed esame obiettivo completo, per poter determinare la fonte dell’infezione. L’incidenza della polmonite comunitaria è maggiore nei PWID, così come il rischio di sviluppare altre complicanze polmonari, tra cui edema polmonare associato a oppiacei, asma e granulomatosi da corpo estraneo. L’endocardite infettiva rappresenta la complicanza cardiaca più comune tra i PWID e spesso si presenta con coinvolgimento delle valvole cardiache del cuore destro, in assenza di soffi cardiaci o segni e sintomi periferici. L’abuso di sostanze per via iniettiva aumenta infine il rischio di sviluppare osteomieliti, ascessi subdurali ed epidurali.

(Am Fam Physician. 2019;99(2):109-116. Copyright © 2019 American Academy of Family Physicians.)
Articoli correlati
I disturbi della motilità esofagea

I disturbi della motilità esofagea

di
Dr. John M. Wilkinson, Dr. Magnus Halland
Febbraio 2022
In evidenza

Fondazione Menarini, Centro Direzionale Milanofiori 20089 Rozzano (MI) – Edificio L – Strada 6
Tel. +39 02 55308110 Fax +39 02 55305739 C.F. 94265730484 – Reg. Trib. Fi. n. 2589 del 16/6/1977 

error: Download disabled!

Iscriviti per accedere ai contenuti digitali

LOGIN

Puoi accedere al sito di Minuti Digitale con le stesse credenziali dell’area riservata del sito di Fondazione Internazionale Menarini

non sei ancora registrato? premi QUI per iniziare

hai dimenticato la tua password? resetta la password

Ricerca Edizione

Search Edition:

SIGN UP FOR FREE ACCESS TO THE DIGITAL CONTENT

LOGIN

You can access the Minuti Digitale website with the same credentials as those used for registering on the Fondazione Internazionale Menarini website

not registered? click here

forgot your password? reset your password

INSCRÍBASE PARA ACCEDER A LOS CONTENIDOS DIGITALES

LOGIN

Puede acceder al sitio de Minuti Digitale con las mismas credenciales del área reservada del sitio de la Fondazione Internazionale Menarini

no estas registrado? premi QUI

Olvidaste tu contraseña? restablecer la contraseña

Reset Password

Inserisci il tuo indirizzo email per ottenere un link di reset password.

 

Effettuerai il reset sul sito di Fondazione Menarini e potrai successivamente effettuare il login su Minuti con le stesse credenziali.

Reset Password

Enter your email address to obtain a password resetting link.

 

After performing the resetting on the Fondazione Menarini website, you can then log in to Minuti with the same credentials.

Reset Password

Introduzca su dirección de correo electrónico para obtener el enlace para restablecer su contraseña.

 

Llevará a cabo el restablecimiento en el sitio de la Fondazione Menarini y luego podrá iniciar sesión en Minuti con las mismas credenciales.